Il Veneto occupa una posizione strategica tra Mediterraneo ed Europa e rappresenta da sempre uno snodo politico, commerciale e culturale di grande importanza. Questo via, vai di genti ha creato un miscuglio di tradizione e modernità, cultura scientifica e spiritualità, espresso nella vivacità culturale e nella laboriosità imprenditoriale che hanno reso celebre il Veneto nel mondo. In Veneto la tradizione sopravvive grazie a numerose rievocazioni storiche, alcune davvero suggestive, come il Carnevale, la Regata Storica o la Festa del Redentore a Venezia, il Palio di Noale, la Partita a Scacchi con personaggi viventi di Marostica, il Mercato della Centuriazione Romana a Rovigo o il Zogo de l’Oca a Mirano.

Una nota particolare meritano i prodotti tipici e la cucina veneta, che per un veneto non hanno eguali. In questa regione si coltivano asparagi prelibati, il famoso radicchio bianco o rosso, il fagiolo di Lamon e si allevano le vacche dal cui latte si ricava lo squisito formaggio Asiago o Piave. Il Veneto è soprattutto la terra della Polenta, che la tradizione culinaria abbina a moltissimi piatti, uno fra tutti “poenta e baccalà”, e tra i maggiori produttori di vino al mondo: Amarone, Recioto, Soave, Pinot Grigio, Prosecco, Tocai e Verduzzo fanno da capofila e meritano certamente una degustazione. L’elenco dei piatti, poi, sarebbe davvero lungo, ma giusto per farvi venire l’acquolina in bocca sappiate che non è pensabile visitare il Veneto senza aver assaggiato un piatto di Bigoli in Salsa o con il ragout di Anatra, gli Gnocchi di patate, i Risi e Bisi, una “Pasta e Fasioi”, una fetta di “Musetto”, del Baccalà alla Vicentina o Mantecato o le Sarde in Saor, il Fegato alla Veneziana e ancora Galani, Frittelle, Pinza e chi più ne ha, più ne metta! Il giro di Spritz nelle piazze di Padova, poi, è un must quasi quanto la mitica Bacarata a Venezia … provare per credere!